I ragazzi sono in giro

L’evento cult della stagione è alle porte e chi vive la città di Milano sa bene che il Salone del Mobile non è solo una fiera, ma è molto di più. E’ un sistema di connessioni, un laboratorio di sperimentazione e di ricerca, che attira trecento mila persone provenienti da oltre centosessanta paesi.Questo quanto si legge sul (primo) Manifesto del Salone del Mobile. Milano, una dichiarazione d’intenti che vuole riassumere e sottolineare i punti di forza e gli elementi di interconnessione dell’evento con la città, nell’obiettivo di progettare un futuro di qualità, innovazione e creatività.

Via crassociati.it

La qualità deve essere oggi sostenibile, presupponendo dunque il controllo di tutti i fattori del processo produttivo nell’interezza di un completo ciclo di vita. Difatti il tema che verrà indagato dalla 57^ edizione del Salone del Mobile.Milano riguarda il rapporto tra la natura e l’abitare. Per l’occasione verrà allestita una mostra-installazione che offrirà spunti alla progettazione sostenibile negli spazi interni della casa. Questo progetto si chiama “Living Nature. La Natura dell’Abitare”, sviluppato insieme allo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA). Sarà visitabile dal 17 al 25 aprile, in piazza del Duomo, davanti a Palazzo Reale. In un unico ambiente concepito con criteri di risparmio energetico, verranno racchiusi quattro microcosmi naturali e climatici che permetteranno alle quattro stagioni dell’anno di coesistere. I visitatori potranno dunque immergersi nella natura e viverne i cambiamenti attraversando l’Inverno, la Primavera, l’Estate e l’Autunno arricchite da suggestioni familiari e domestiche. Assolutamente da non perdere!

Via crassociati.it

Il bello della Design Week risiede soprattutto nell’esplorare il circuito del Fuorisalone. Gli appuntamenti e gli eventi sono tantissimi, distribuiti in tutta Milano. Oltre ai centri nevralgici – Tortona, Brera e Ventura – molti eventi prenderanno vita anche in zone più periferiche. Come per esempio Ventura Centrale e Ventura Future, nella zona di Città Studi e viale Abruzzi. Il Ventura future è alla sua prima edizione e si svolgerà presso il FuturDome in via Paesello, ex luogo di incontro del movimento futurista, nell’edificio della ex facoltà di Farmacia in via Albruzzi 42 e in un loft in via Donatello 36.

 

Via fuorisalone.it

Via alla seconda edizione del Centrale District negli spazi dei Magazzini Raccordati (abbandonati da 30 anni!) sotto la Stazione Centrale, in via Ferrante Aporti 9. Location d’impatto, che consente installazioni site specific ed un mix eclettico di design contemporaneo mettendo in mostra marchi emergenti e affermati. Tra i vari progetti troveremo il Diner di Rockwell Group, che esplora e reinterpreta il design amerciano con la rivista Surface; l’installazione call to action “Waste No More” di Eileen Fisher curato da Lidewij Edelkoort, per promuovere ulteriormente la consapevolezza dei problemi nascenti nel settore della moda. E ancora i pupazzi giganti di Stephan Hürlemann, l’installazione che valorizza i suoni del vetro per mano di AGC Asahi Glass,  le opere di Franco Mazzucchelli  Alla Design Week non si parla solo design, ma è anche un’occasione di scoperta di nuove location, nascoste e suggestive, e di spazi abbandonati a cui dare nuova luce.

Diner – Rendering di Rockwell Group

“Soundscape” by AGC Asahi Glass – Rendering di Mandai Architects

Se siete nel Tortona Distric invece non mancate gli appuntamenti al Materials Village presso Superstudio Più, via Tortona 27, con il progetto Super Design Show la cui mission è Only the Best presentato da Gisella Borioli con Giulio Cappellini, con la partecipazione di Tribù (comunicazione scientifica crossmediale). Si parlerà di Smart City, materiali e risorse per la città del futuro; verranno presentati progetti innovativi, tendenze lifestyle e soluzioni tecnologiche che migliorano l’ambiente e la vita di ogni giorno. Tra i progetti più attesi la super mostra personale di Nendo, tra i più affermati designer contemporanei, il progetto di Kengo Kuma con Dassault Systèmes, brand internazionale di alta tecnologia e sostenibilità, la mostra Smart City che rimarrà visitabile fino a metà maggio e il Superloft, la casa che tutti vorremmo avere con i top brand del design italiano.

Via Superstudio

Per chi volesse approfondire più filosoficamente la relazione tra esseri umani e ambiente l’associazione culturale Con.cre.to, presso la Dogana di Milano, alle ore 21 il 19 aprile, cercherà di scoprire come l’uomo osservando la natura nel corso della storia ne ha imitato le forme, le armonie e le simmetrie.

Gli eventi sono tantissimi e molto diversi tra di loro. Teneteci aggiornate con le vostre suggestioni ed impressioni nel nostro angolo Facebook. E buon Salone!

Add Your Comment