Regalatevi dei fiori

“La signora Dalloway disse che i fiori sarebbe andata a comprarli lei. Poiché Lucy aveva già il suo bel da fare. Bisognava tirar giù le porte dai cardini: venivano gli operai di Rumpelmayer. Eppoi, pensò Clarissa Dalloway, che mattinata! … limpida, come per farne dono ai bimbi su una spiaggia. Che delizia! Che tuffo! Sempre, infatti, le aveva fatto questo stesso effetto, a quei tempi, allorquando, spalancata la porta finestra, con un lieve cigolio dei cardini, che ancora le pareva di udire, lei si tuffava nell’aria aperta, a Bourton.”

Da quando, ormai troppi anni fa, lessi La signora Dalloway, il celebre romanzo di Virginia Wolf, non esiste che io viva un momento di gioia senza visualizzare anche un bel vaso di fiori. La prima cosa a cui pensare, ci insegna Clarissa Dalloway, quando si sta organizzando una festa.

Non esistono case che non possano essere ravvivate da un bel mazzo di fiori freschi, se siete fortunati appena colti da voi stessi. Ne esistono di tantissime varietà, di tutti i prezzi, si possono comprare ovunque e rendono subito l’ambiente più elegante e chic. Inoltre cambiano in base alle stagioni e al vostro gusto del momento e aiutano, davvero con poco, a rinnovare il look della  vostra casa.

Anche il vaso in cui vengono esposti influisce sul mood della composizione. Vasi di cristallo, colorati o trasparenti, di ceramica, moderni o vintage, nordici o etnici,  che possano contenere un solo fiore o che accolgano con generosità una dozzina di rose.

Via Pinterest

Oppure, perché no, contenitori che una volta erano un’altra cosa: vecchie latte, teiere, cassette, o shopper!

Via Pinterest

In caso invece preferiate posizionarli in un bel vaso di design, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Tante aziende e tanti creativi si sono cimentati nell’impresa di rendere speciale questo prodotto, immancabile in ogni casa. Dal classico vaso Venini Opalino  alla riedizione Kartell dei vasi disegnati da Ettore Sotsass e ancora decisamente attuali; da Fabio Novembre per Bitossi, a Paola Navone per Egizia, e a Giulio Iacchetti; per fare solo qualche esempio.

Via Kartell.com – Kartell goes Sotsass

Se invece preferite restare in un budget più piccolo, in aiuto giungono i nostri cari amici: Zara Home, H&M e Ikea.

Via Ikea

Tutti da riempire con un mix dei classici fiori estivi da comporre in grandi mazzi, oppure da cambiare settimanalmente come per esempio le Gerbere, gli Anthurium, le Ortensie, i fiori della Curcuma, le Dalie.

Un’idea diversa dal solito? Scegliere dei fiori perenni che non vi lasceranno mai, come i Fioriuso progettati e realizzati da Daniele Brivio partendo da oggetti di uso comune riassemblati.

Via FioriUso

Che ne dite? Tutti a comprare dei fiori per il week end in arrivo?

Add Your Comment