Stairs #part1

Simboli di grandezza residenziale, le ampie scale sono state a lungo ambite.  Sia che accolga maestosamente i visitatori in un palazzo, o che sia una spirale vertiginosa ideale per un loft minimalista, ci sono apparentemente infiniti design di scale tra cui scegliere, ognuno più allettante dell’altro. Vediamo 5 scale che da elemento strutturale e distributivo diventano tra le risorse più magiche della casa.

Scala scultorea

Foto di Miguel Flores-Vianna

Una scala scultorea con una balaustra in acciaio si snoda fino alla camera da letto principale e al bagno nella casa dall’atmosfera rinascimentale in piena Malibu del designer Richard Shapiro. Alla sua base c’è una replica del 19° secolo di un’antica statua greca; la porta d’ingresso in noce con chiodi è del 17° secolo italiano.

Scala in cemento a vista

Foto di Michael Moran

“No ornament, no extra stuff” ha affermato  Lee F. Mindel, cofounder dello studio Shelton Mindel & Associates, nel progettare questa dimora cruda e asciutta negli Hamptons. La proprietà piena di luce è fornita di pezzi vintage, come un divano in pelle Kaare Klint del 1935 e un tavolo in legno a doghe Charlotte Perriand del 1955. Ogni componente è posizionato con precisione, compresa la scala, riscaldata da sedie in legno laminato e pelle rispettivamente di Mathias Bengtsson e Arne Jacobsen, così come un sistema di scaffali progettato da Le Corbusier.

Scala galleggiante

Foto di Roger Davies

Nella dimora di LA dello sceneggiatore Darren Starr, una scala galleggiante rompe la spazialità di un’ampia family room, con lucernario e un’opera di Kehinde Wiley alla parete. Il progetto di restauro dell’intero complesso abitativo è opera dell’architetto Mark Rios.

Scala bold

Foto di Ngoc Minh Ngo

Tra gli ultimi progetti del designer e fotografo parigino Alberto Pinto c’è un hotel del XVIII secolo trasformato in residenza nella città balneare brasiliana di Paraty. Nell’atrio si apre una scala blu, lo stesso blu dei piatti di Delft del XVII secolo e di Rouen del XVII secolo appesi alle pareti, in armonia con uno chandelier romantico datato XIX secolo, un divano iberico a scacchi bianchi e rossi ed il tappeto spagnolo anni Cinquanta.

Foto di Francois Halard

La designer India Mahdavi ha progettato l’elegante e colorata casa londinese della collezionista d’arte svizzera Maja Hoffmann, piena di pezzi vintage. La scala d’ingresso è illuminata zenitalmente dal un lampadario di Olafur Eliasson, i gradini sono in legno e le pareti dai colori pastello salgono fino agli archi, creando un’atmosfera decisamente spirituale.

In copertina foto di Ivan Terestchenko

Add Your Comment